ASSEMBLEA FIVU DEL 20 OTTOBRE

L’Asssemblea della FIVU riunita oggi, 20 ottobre 2012, a Castiglione del Lago ha approvato la proposta finale del Gruppo di lavoro creato a Maggio per modificare l’assetto e la governance della Federazione. La proposta è stata approvata con alcune modifiche nate proprio dalla discussione in Assemblea, aperta anche ai non soci. Ma vediamo come si è arrivati a questo risultato

19 Maggio 2012: si tiene a Castiglione una Assemblea FIVU aperta anche ai non soci per valutare le azioni necessarie a fermare l’emorragia di iscrizioni in FIVU, esaminare proposte e decidere su eventuali azioni a sostegno della federazione. Partecipano una cinquantina di piloti, dei quali solo 6 delegati con diritto di voto, su poco più di 70 delegati, vale a dire meno del 10% di partecipazione effettiva in Assemblea. Fra le varie proposte viene accettata quella del direttore di Volo Sportivo, la creazione di una Commissione, denominata poi Gruppo di lavoro, che studi ogni possibile forma per trasformare la FIVU in un organo che mantenga il suo status federale, ma che di fatto sia una associazione di piloti gestita con un sistema di democrazia diretta (una testa un voto) e che con questo sistema scelga anche il direttivo della stessa Federazione. Nel Gruppo entrano Biagi, Carnevali, Curione, Cuoco, Passuello, Di Paola; Biancorosso sarà presente ai lavori per documentare e informare sulle proposte elaborate.

L’Assemblea “aperta” del 18 Maggio 2012

9 Giugno 2012 – prima riunione del gruppo di lavoro, con la partecipazione come membro esterno di Giancarlo Faltoni che terrà i rapporti con la FIVU. Il compito si rivela più arduo del previsto sia per mettere a punto la metodologia di lavoro, sia per evitare che alcune richieste della FIVU possano diventare dei paletti non superabili, sia per cercare di dare voce a tutte le richieste che nel frattempo giugnono ai membri del Gruppo di lavoro tramite mail e discussioni sui campi di volo, sulle mailing list e sui forum. Il gruppo si riunisce tre volte, l’ultima riunione è del 14 Luglio 2012 e porta alla stesura di un pre documento con i primi punti fermi che saranno presentati all’Assemblea FIVU per la ratifica. Il documento è reso pubblico sul sito www.fivu.it e ciò consente di avviare una discussione allargata con numerose proposte migliorative, con contestazioni anche forti, con suggerimenti, con prese di distanza. Tutto viene registrato dai membri del Gruppo di lavoro che si presenteranno all’Assemblea con le necessarie messe a punto. L’Assemblea stessa sarà ancora una volta aperta a tutti per proporre idee e azioni

Il Gruppo di lavoro riunito il 9 giugno 2012

20 Ottobre 2012 – Assemblea FIVU. L’Assemblea è stata preceduta da vivaci scambi di pareri e da polemiche anche a tinte forti, e ci si aspetta una partecipazione notevole da parte di tutti, favorita anche da una splendida giornata con “tempesta di sereno” che consente di arrivare in volo a Castiglione. La partecipazione è invece ridotta ai minimi termini, oltre ai membri del consiglio FIVU ci sono in tutto 18 persone, solo 6 dei quali delegati con diritto di volo. Una partecipazione che riflette lo stato di una Federazione che non ha saputo raccogliere le istanze di una base (anche di iscritti) e che non ha saputo essere a fianco di tutti i piloti. Il presidente Casalino con poche stringate parole in apertura illustra l’ordine del giorno e apre la discussione sulla proposta del Gruppo di lavoro, illustrata con dovizia di spiegazioni da Faltoni. La discussione prosegue serrata con interventi di Biagi, Montaldo, Giangualano, Curione, Biancorosso e Mangani per apportare alla proposta del Gruppo le necessarie messe a punto. Questi i risultati che saranno approvati all’unanimità dall’Assemblea:

1) La FIVU mantiene il suo status federale, per cui sino a che rimarrà in vigore l’attuale Statuto AeCI rimane a far parte integrante dell’AeCI stesso. Il termine “Federazione sportiva” potrebbe essere in contrasto con quanto stabilito dal CONI che riconosce solo AeCI come Federazione dell’aria, ma a questo punto si tratta solo di un problema di termini, quello che interessa è la sostanza

2) Nella sostanza la FIVU si trasforma in una vera e propria organizzazione gestita dai piloti con un sistema di democrazia diretta, una testa un voto. Tutti i piloti, siano essi organizzati in club federati (l’attuale assetto) o iscritti come singoli nell’Associazione ULM Italia, già registrata, purchè iscritti alla FIVU potranno votare i membri del consiglio e il presidente scegliendoli da due liste. Gli eletti, cioé, saranno espressione diretta della maggioranza dei piloti; le votazioni saranno effettuate per via telematica, ogni socio accederà con il suo numero di tessera e con una password.

3) Alle liste potranno iscriversi tutti coloro che intendono candidarsi a patto che siano iscritti alla FIVU, per la prima elezione anche da un giorno; per le successive elezioni sarà l’Assemblea a richiedere un periodo minimo di iscrizione per potersi candidare (esempio: tre mesi). Per essere poi eletti i candidati indicati dal voto a democrazia diretta dovranno poi essere “votati” dall’Assemblea dei delegati, e per evitare che in questa fase pochi delegati possano sconvolgere il voto “popolare” saranno posti in votazione per i 9 posti in consiglio federale i primi 10 candidati più votati. Vale a dire che senza apportare modifiche allo statuto la votazione sarà valida a tutti gli effetti, ma restando nella rosa dei candidati indicati dal voto diretto. Vale a dire, quindi, che se una lista contiene 20 nomi, e il primo ha preso 500 voti, il secondo 400, il terzo 300, mentre l’utlimo ne ha presi 5, i delegati non potranno eleggere quello che ne ha presi 5. Questo sistema ha trovato l’assenso di tutti i presenti, anche di coloro che hanno espresso le critiche più aspre

4) La FIVU del futuro sarà quindi governata da rappresentanti eletti a maggioranza in base a programmi ben precisi. In pratica quello che hanno chiesto tutti è stata la rappresentatività per i piloti a livello ufficiale sui tavoli di discussione con gli Enti, facendo diventare i piloti protagonisti, ed evitando che la mancanza di rappresentatività lasci il campo, come è successo sino ad oggi, a iniziative trasversali non condivise da tutti, a volte encomiabili, a volte controproducenti.

L’Assemblea si è chiusa con il resoconto del tesoriere che ha illustrato una situazione economica piuttosto pesante, con fondi praticamente finiti, e con un saluto del Presidente Casalino che, commosso, ha annunciato di non candidarsi in futuro e si è “scusato” per non essere stato il presidente che in molti avrebbero voluto. L’intero Consiglio si è presentato in Assemblea dimissionario. Lo step successivo sarà l’apertura delle liste a tutti con modalità illustrate sul sito FIVU e sui principali mezzi di informazione, le elezioni si potrebbero già tenere il prossimo Febbraio, facendo passare giusto il tempo necessario per preparare le liste e le modalità di voto.

Il nostro commento: a questa cronaca stringata aggiungiamo solo una nota. Ciò che è stato approvato oggi non è un tentativo di rianimare un moribondo, e la stessa federazione oggi è stata vista più come un’associazione che mantiene una “forma” federale, funzionale all’attuale statuto AeCI. Le cose potrebbero ovviamente cambiare, ma il lavoro fatto oggi rimarrebbe valido per le modalità di governance con democrazia diretta che si sono proposte e che sono state approvate, ad esempio nel momento in cui uno status federale non sarebbe più necessario: resterebbe un’associazione di piloti governata con il sistema “una testa un voto”. I candidati cioé saranno votati per quello che rappresentano sul territorio, per quello che dicono e per quello che fanno. I piloti in fin dei conti vogliono solo essere rappresentati da persone da loro scelte, e il sistema di voto diretto che è stato indicato, essendo snello e diretto, potrà anche essere utilizzato dopo le elezioni per particolari scelte politiche o di indirizzo. In pratica la FIVU, o Associazione ULM o qualsiasi nome che potrebbe assumere in futuro, è un organo che viene gestito non più da un gruppo di amici organizzati o cooptati, ma da persone scelte da tutti i piloti. Forse le decisioni di oggi non saranno gradite ad alcuni, ma allora non si spiega perchè in questo anno e mezzo di gestione FIVU da molti aspramente criticata nessuno abbia deciso di creare un’associazione reale, non a chiacchiere. La FIVU in fin dei conti ha strutture e un layout immediatamente operativo. Sino a oggi ha fatto poco (o nulla a secondo dei punti di vista), e soprattutto alcune scelte politiche hanno causato la famosa emorragia di iscritti, che a oggi sono comunque 1.000, ancora un’ottima base di partenza. Cosa serve per farla partire? Serve muoversi, agire. Chi è d’accordo si iscriva alla FIVU, proponga candidature, aiuti a fare massa critica come accade per le federazioni estere. Chi non è d’accordo si iscriva e proponga tutte le critiche e i suggerimenti possibili, oppure faccia una nuova associazione e trovi il modo di dargli autorevolezza e rappresentatività istituzionale. Tutto può ulteriormente essere migliorato, ma che sia necessario l’apporto e il sostegno di tutti ormai è fuori di dubbio, e al di fuori di queste opzioni oggi non esistono più alibi (rb)

Pubblicato su News on line. 7 Comments »

7 Risposte to “ASSEMBLEA FIVU DEL 20 OTTOBRE”

  1. Roberto Says:

    Quanto deciso mi sembra ragionevole ma non trovo riscontri temporali, ovvero quando si faranno le elezioni dei candidati e come verranno scelti i candidati.
    La scelta di un candidato deve essere fatta sulla base del programma di lavoro che propone.
    La FIVU quale sistema pensa di adottare per fare conoscere il programma di lavoro di ogni singolo candidato ?
    Penso che sia da evitare la scelta di candidati sulla base della esclusiva conoscenza personale o del passa parola.

    • Alberto Says:

      Il fatto che ora FIVU sia soltanto una scatola vuota è positivo. Una scatola da cui è uscito ciò che non dovrà più esistere in futuro e che dovrà ora essere riempita con idee nuove, con persone nuove alle quali interessi soltanto il bene dei piloti sportivi, che rappresenti democraticamente soltanto i loro interessi e le loro aspettative, difendendoli dall’ oppressione burocratica e normativa. Solo i piloti costituiscono la vera essenza e la vera ricchezza del volo italiano e vanno pertanto difesi e tuttelati a tutti i livelli.

      • Volosportivo Says:

        Alberto: la FIVU oggi è stata azzerata, consiglio è dimissionario e il prossimo sarà l’espressione della maggioranza dei piloti, ritengo unicamente con facce nuove. Molti vorrebbero far morire definitivamente la FIVU, ma rappresentanza a parte per quanto malridotta ha sempre 1.000 iscritti che aspettavano solo pulizia e rinnovamento. Rinnovamento che chiunque iscritto adesso può votare, ognuno con un voto. E veniamo alla rappresentatività: quella in AeCI sino ad oggi contava nulla, ma se lo statuto rimane quello attuale vuoi scommetere che con nuove persone anche in AeCI sarà la federazione a gestire gran parte dell’attività di volo? E se lo farà con persone elette dalla maggioranza degli iscritti, dei piloti, non lo farà con le migliori possibili o almeno con quelle che i piloti hanno scelto? Io penso di sì, è questo il mandato affidato al GdL e mi pare che il risultato sia un primo passo. Lo stesso Michelino “Giamosa”, uno dei critici più feroci, oggi ha lasciato l’Assemblea soddisfatto del risultato, parole testuali “così va bene”. Magari poi cambierà idea, ma sentir dire che “così va bene” da uno come lui ha lasciato tutti stupiti. E dire che quando ha preso la parola ero convinto che volassero sedie e tavoli… (rb)

    • Volosportivo Says:

      Roberto: sul sito FIVU e su tutti i mezzi di informazione in rete saranno pubblicati tempi e modalità, le elezioni potrebbero già svolgersi a Febbraio. I candidati non saranno scelti, saranno loro a proporsi in un’unica lista nazionale e i singoli piloti ne voretanno 9, i loro 9 candidati al consiglio. Ovviamente i candidati che vorranno proporsi lo faranno con un programma e dichiarando la loro disponibilità a lavorare per la comunità, perchè alla fine gli enti, le federazioni e le associazioni sono fatte di persone. La conoscenza personale non conta più nulla, e la votazione diretta punirebbe chi sino ad oggi ha lavorato male e si volesse ripresentare.

      • Roberto Says:

        Tra le altre cose penso che vengano indicate le durate dei mandati in modo che possano essere proposti da parte dei candidati dei programmi basati sia sui contenuti che sui tempi di attuazione.
        La pubblicazione del bilancio con informazioni relative al numero dipendenti, contratti in essere, cespiti, azioni aperte con AeCI etc etc penso che sia utile alla formulazione di un programma da parte dei candidati.

  2. Roberto Says:

    Anche un breve CV con indicati i mezzi usati, le ore di volo, i titoli di studio, specializzazioni, esperienze di lavoro riportate in modo molti sintetico per valutare le capacità manageriali e di lavorare in gruppo etc etc

    • Volosportivo Says:

      Il Gruppo di Lavoro sta curando proprio questi aspetti, il via libera dell’Assemblea FIVU era indispensabile, adesso ci sono alcune cose da mettere a punto e anche una variazione dello statuto è al vaglio in questi giorni.
      Lo scopo è solo uno: arrivare a un’associazione che mantenga lo status federale, ma che sia di fatto un’associazione di piloti che eleggono, ognuno con un voto, i propri rappresentanti e che, aggiungo, possano essere consultati per le decisioni importanti.
      Che i candidati si presentino in lista (una lista unica nazionale) con CV e programmi è auspicabile.


I commenti sono liberi per tutti, ma saranno rimossi commenti offensivi o denigratori

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: